Ecco il Premio Cortina 2016

La VI Edizione. Selezioni aperte dal 18 aprile

E’ tutto pronto a Cortina d’Ampezzo per la VI Edizione del Premio Cortina d’Ampezzo 2016, il primo riconoscimento letterario intitolato alla Regina delle Dolomiti, organizzato per Una Montagna di Libri, la rassegna da sei anni protagonista della stagione letteraria di Cortina.

Il Premio ha in serbo molte novità. L’edizione 2016 della competizione letteraria delle Dolomiti culminerà nella finale di giovedì 25 agosto 2016, ovviamente a Cortina, con l’annuncio a sorpresa dei vincitori nelle due categorie. La mattina seguente farà seguito alla cerimonia una speciale passeggiata letteraria alle Cinque Torri di Cortina, nel territorio del Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, dove verranno messi a dimora due pini cembri direttamente dalle mani degli Autori vincitori, che racconteranno al pubblico la propria opera vincitrice.

Ma fino ad allora il percorso delle due Giurie d’eccellenza chiamate a giudicare le opere si preannuncia ricco. Presidenti delle due Giurie sono Gian Arturo Ferrari e Arrigo Petacco. C'è molta attesa per lo snodarsi delle tappe salienti della competizione (in allegato, copia del bando, che verrà pubblicato anche sul sito web del Premio a partire dal 18 aprile): dal 18 aprile al 18 maggio le case editrici italiane potranno proporre all’attenzione dei Giurati un’opera per ciascuna delle due categorie del Premio: il Premio Cortina d’Ampezzo (narrativa nazionale) e il Premio della Montagna (letteratura che abbia a tema o sia connessa al mondo della montagna). Le opere saranno inviate ai Giurati e ristrette da essi a una terna di finalisti in ciascuna delle due categorie del Premio, nel mese di giugno.

Successivamente, i tre finalisti nelle due categorie del Premio saranno presenti alla cerimonia di premiazione che si terrà ovviamente a Cortina il 25 agosto 2016, quando verranno svelati a sorpresa i nomi dei vincitori nelle due categorie.

Il Premio vede all’opera due Giurie composte da figure della cultura, dell’editoria, della stampa e dell’impresa italiana, che premieranno rispettivamente la migliore opera di narrativa nazionale e il miglior libro, italiano o internazionale, che si ispiri, abbia a tema, racconti o illustri la Montagna.

 Le due giurie hanno incoronato nel 2015 Edoardo Nesi, con il romanzo “L’estate infinita” (Bompiani), e Stefano Ardito, con “Alpi di Guerra, Alpi di Pace” (Corbaccio).

Altre News
dal Premio
Cortina